Vedi il lago dal giardino d'Europa

Il Lago di Garda e il Monte Baldo erano frequentati con interesse fin dai tempi dell’antica Roma. Oltre che a Sirmione, in tutte le località si trovano resti di antiche dimore romane. Anche Brenzone ne conta una rivelata da scavi recenti come villa sontuosa.

La biodiversità del Monte Baldo, “Giardino d’Europa”, costituisce da molti anni motivo di studio per eminenti scienziati ed in modo particolare per la World Biodiversity Association. La fauna e la flora presenti sul Baldo costituiscono motivo d’attrazione per tutti coloro che amano la montagna e la natura.

Trentadue specie di orchidee che spontaneamente fioriscono accanto a gruppi di stelle alpine e ad altre specie di piante e fiori endemici del Baldo, come il ranuncolo di Kerner o la “Gypsophila papillosa” (Velo di Sposa di Garda), costituiscono il patrimonio inimitabile di questa montagna “speciale” che si protende dalle Alpi verso la pianura padana fra il Lago di Garda.

Salendo con gli impianti a fune di Prada Costabella si ammirano panorami fantastici che è difficile immaginare. Percorrendo i sentieri si incontrano mucche e pecore al pascolo e nei boschi ci si può imbattere in scoiattoli e daini ed altri animali selvatici, mentre alte volteggiano le aquile.